Scoprite la nuova edizione della Biennale di Architettura a Venezia

Fino al 25 novembre a Venezia si svolge la 13° edizione della Biennale di Architettura, curata da David Chipperfield, il cui titolo “Common Ground”, si riferisce a “il terreno comune tra la professione dell’architetto e la società è alla base della mia teoria. Siamo troppo lontani dalla realtà e abbiamo confuso il nostro ruolo. A me interessa l’architettura che ‘serve’, e questa Biennale deve fare proprio questo: collegare architettura e società”, spiega lo stesso Chipperfield.

Il Padiglione Italia, curato da Luca Zevi, presenta un percorso nella nostra storia industriale.

Si parte con il ritratto di una figura emblematica, quella di Adriano Olivetti, che diventa l’esempio di un modo etico e responsabile di fare impresa, per poi continuare con “l’assalto del territorio” avvenuto a partire dagli anni ’80 quando il grande fervore industriale porta alla costruzione di gran parte degli edifici che ancora oggi ritroviamo ai margini delle nostre città. Dai capannoni anonimi si passa ai progetti d’autore nella terza stagione che vede, negli ultimi quindici anni, architetti e designer di primo livello alle prese con la progettazione di fabbriche e uffici. È il caso di Piero Lissoni (Boffi, Glas Italia e Matteo Grassi), di Antonio Citterio e Patricia Viel (B&B Italia, Ermenegildo Zegna) o, ancora, di Michele de Lucchi (Piaggio). Il viaggio si conclude con una sfida che ovviamente non può che giocarsi sul terreno della sostenibilità. La quarta stagione, intitolata “reMade in Italy”, guarda all’Expo 2015 e al tema “nutrire il Pianeta” che diventa occasione per riflettere e invitare architetti, imprenditori e politici a interrogarsi sul rapporto con l’ambiente.

Consigliato da DaWanda!

Articolo di: Elisa Raffanti

scritto il: 19.10.2012 - 12:28.

Categoria: Eventi & Campagne

Commenti