Lavoro artigiano e made in Italy: partnership tra DaWanda e Italian Stories

DaWanda+Italian StoriesNasce con l’obiettivo di condividere i segreti del Made in Italy e far conoscere il saper fare artigiano la partnership tra DaWanda, il mercato europeo dei prodotti fatti a mano, e Italian Stories, la piattaforma web che permette di incontrare i migliori artigiani italiani direttamente all’interno delle loro realtà locali e nelle botteghe.

Grazie alla Rete e a progetti come quello di Italian Stories, il sapere artigiano diventa conoscenza condivisa e si trasforma in progetto culturale. Dalla genesi di un prodotto al messaggio che veicola, dalle ragioni del suo costo fino al modo in cui esso entra in relazione con culture diverse, ciascun manufatto è il risultato di numerose esperienze, il racconto di una storia.

È così che i workshop per imparare a decorare le ceramiche o creare il proprio gioiello personalizzato rappresentano – svolti da sapienti maestri nelle loro botteghe o nei laboratori – l’occasione per fare esperienza del talento artigiano e mettere alla prova le proprie abilità manuali. La stessa condivisione di sapere trova un corrispettivo online, sulla piattaforma DIY di DaWanda, e si trasforma in tutorial, istruzioni tecniche e ispirazioni per creare.

Allo stesso modo, turisti interessati a occasioni di approfondimento e conoscenza, curiosi e appassionati di storie ed esperienze personali, hanno la possibilità – grazie alla rete di artigiani selezionati creata da Italian Stories – di viaggiare e andare alla scoperta delle tradizioni locali e delle tecniche più significative, esplorando le destinazioni italiane e prendendo parte ai processi creativi.

Il viaggio alla scoperta del saper fare fa tappa anche online, con progetti speciali come “Made in Italy” che DaWanda ha lanciato, suddividendoli in 7 categorie, per mostrare i prodotti che creativi, designer e artisti italiani offrono in vendita sulla piattaforma e con i quali comunicano l’handmade del nostro paese all’estero. I numeri dimostrano con chiarezza questa tendenza: la vendita di articoli realizzati da italiani sulla piattaforma è cresciuta di oltre il 100% rispetto allo scorso anno, mentre “Made in Italy” è tra i marchi più conosciuti e ricercati al mondo.

Se il progetto lanciato da DaWanda ha rappresentato l’occasione per dare vita alla collaborazione tra le due realtà, la partnership le vedrà impegnate nell’identificazione e nello scouting di creativi in grado di offrire, da una parte, il proprio talento e metterlo a disposizione di quanti interessati ad apprenderne le tecniche; dall’altra, di perseguire il mestiere artigiano con una prospettiva moderna e aprirsi alla vendita internazionale.

Creativi indipendenti e piccole e medie imprese stanno imparando a raccontare se stessi e i propri prodotti e condivisione è la vera chiave di volta”, afferma Ilaria Contrastini, Country Manager di DaWanda Italia. “Quella del fatto a mano e del “factual” è più di una moda, rappresenta un vero e proprio movimento. La nostra partnership con Italian Stories va in questa direzione, per raccontare il valore del mestiere artigiano e incontrare le richieste di un mercato internazionale.

L’interesse sempre più crescente nei confronti dei mestieri artigianali e una forte tendenza a riscoprire questo enorme patrimonio sono condizioni fertili che permettono di valorizzare anche attività più piccole che stentano a farsi riconoscere”, afferma Eleonora Odorizzi, CEO e co-founder di Italian Stories. “Italian Stories è un progetto di turismo slow, esperienziale, e la partnership con un player internazionale come DaWanda permette da una parte di raggiungere un pubblico interessato a queste tematiche e dall’altra è una grande opportunità di stabilire sinergie per la condivisione del know-how artigiano.”

Commenti